lunedì 5 dicembre 2011

per questo Natale non ho bisogno di nulla...




Non mi manca nulla, nemmeno questo Natale.
Ho una casa in un posto che ho iniziato ad amare e che ora non lascerei se non per andare verso una campagna lontano dal resto del mondo.
Ho persone accanto che amo, che stimo e che mi fanno sentire protetta. Ho la libertà di essere ciò che voglio senza sentirmi in difetto nel pensiero e nel corpo. Sto imparando a condividere amore in cambio di amore.
Ho un lavoro, posso permettermi qualcosa ogni tanto ma ciò che desidero è davvero ben poco.
Ho comprato degli oggetti per questo Natale. Li ho messi in un angolo della mia casa. Poche cose, soprattutto giocattoli. La magia di questi giorni non deve cessare di vivere e mi sto impegnando affinchè ciò non accada.
Vorrei cori di musica sacra, campanelli che suonano e ceppi che scaldano dentro ai camini. Vorrei il silenzio che il manto di neve produce di notte in montagna, il profumo dei boschi ed il fumare dei camini sui tetti. Questo è solo un ricordo infantile ma conto di far vivere questi momenti ai bambini, stretta nelle coperte con loro, mentre racconto dei natali passati e della loro magia.
Raccontare... è quello che questo natale sta chiamandomi a fare.
Perchè le luci della grande famiglia raccolta, che accoglie tutti attorno ad un tavolo, ha finito di esistere.
Mancano i gesti affettuosi, sono venuti a mancare gli abbracci. Ognuno guarda al proprio vissuto e non è pronto alla stretta dell'altro.
Avevo sperato che nuovi sorrisi avrebbero aperto il cuore a chiunque. Avevo sperato che non ci fossero solo degli ospiti al tavolo ma una famiglia allargata, un unico cuore, un perdono sincero.
Ma il natale non sempre ha questo potere, nemmeno davanti a chi è nato da poco.
Per questo natale non avrei avuto bisogno di nulla... mi sarebbe bastato vederli riuniti a giocare, tornare tutti bambini.
Manca il più anziano, manca Babbo Natale. E' lassù... l'abito rosso un pò stretto e sdrucito. Spero si metta una mano sul cuore. Io per regalo gli ho chiesto una notte d'amore.

41 commenti:

soloenne ha detto...

natale...

è fatto di nostalgie di eventi mai accaduti
di illusioni e sogni
di come vorremmo noi e gli altri...

natale è anche intuire nuovi orizzonti
fatti per continuare ad amare nonostante l'ordinario

credo sia una stagione strana che stiamo vivendo
già madri ma ancora con la voglia di essere figli
di aver bisogno di quella dannata tenerezza
che quando ti accosti con il ricordo
ti si inumidiscono gli occhi ed il cuore

un forte abbraccio,dolcissima

...non rileggo
avrei la tentazione di cancellare tutto

Gio ha detto...

Carissima Joh,

Basta ricordarsi di essere umani.
Di discendere tutti da un Babbo Natale che e' lassu'.
Di essere uniti, parte di una famiglia.
Basta non aver paura.

Io non vedo l'ora di tornare a casa, a visitare zii che non vedo mai, se non nel sogno, e sorridere ai nuovi nati, e prendermi cura degli ultimi vecchi.

Su tutto, voglio stare con i genitori e i fratelli.
Con il tuo stesso spirito Joh.

johakim ha detto...

Nio
Vorrei tanto rivivere l'atmosfera che il Natale portava. Speravo di riviverlo un pò di più quest'anno. Lo farò con i miei piccoli accanto pensando che questa è la mia famiglia e loro sono l'avvenire di questa terra malata. Farò di tutto per far loro sentire i profumi ed i sapori che solo il natale sa dare e racconterò loro delle persone che ci sono e di quelle che non ci sono più. Questo è il natale... sapere di poter amare anche chi non vediamo.

Meglio tu non abbia cancellato... le tue parole sono sempre un diamante... anzi, la punta dell'abete di natale!

johakim ha detto...

Gio
vorrei che fosse così. Lo speravo tanto quest'anno ma... non sarà possibile.
E' un occasione che alcuni perderanno ed il mio cuore ne soffre.
ma ci sono i bambini... questo sarà impagabile!

Un grande abbraccio
Joh

Gio ha detto...

Sara' attorno a te che si sentira' il calore autentico.
Spero avranno modo di rendersene conto.

johakim ha detto...

Gio
spero che sia così e che quello che sento possa abbracciare e scaldare anche chi non è più capace di giocare

:o)

il principiante ha detto...

L'approssimarsi della ricorrenza della festa sulla Natività del Cristo, dovrebbe essere per tutti un momento di riflessione e ripensamento su quale percorso di vita abbiamo compiuto sin quì, e come pensiamo debba esse vissuta andando avanti. I ricordi possono aiutare a comprendere cos'è mutato nelle nostre abitudini,affetti e quant'altro.
Penso che sarebbe un gravissimo errore intendere questa ricorrenza dedicata al ricordo della nascita di Cristo. Penso che questa ricorrenza debba essere l'occasione di raccoglimento spirituale...almeno, nei riguardi dei cattolici.

Penso che ricordare i momenti di intimità familiare sia un fatto speciale che indica quanto i valori debbano costantemente essere mantenuti accesi, visto le difformità presenti, e seguite dalla società contemporanea tutta dedita al consumo e all'individualismo.

taoista ha detto...

Scrivi: "Raccontare...è quello che questo natale sta chiamandomi a fare.
Perchè le luci della grande famiglia raccolta, che accoglie tutti attorno ad un tavolo, ha finito di esistere.
Mancano i gesti affettuosi, sono venuti a mancare gli abbracci. Ognuno guarda al proprio vissuto e non è pronto alla stretta dell'altro..."

Comprendo il tuo stato d'animo, soprattutto con l'emergere dei ricordi...tutto diventa più complicato;e non solo la vita quotidiana, ma anche lo stare insieme con chi più si ama, assume un'importanza dire di comunanza spirituale.. Tuttavia, come ben sai, il tempo modifica le situazioni e non guarda in faccia nessuno, va dritto per la propria strada...allora bisogna saper aspettare, aver pazienza, comprenderne le ragioni...

Buona settimana Johakim

Bacio di Dama ha detto...

Spesso mi rispecchio nei tuoi scritti joh, te l'ho anche detto più volte. Io invece sono un pò giù, non ho comprato nulla, perché null'altro mi serve se non l'unica cosa che non possiedo, ma quella non si può acquistare. Vivo alla giornata, sorseggiando quel che di bello la vita può offrirmi, un sorriso da una persona amica, una parola da uno sconosciuto, la mia poesia, e così trascorro il tempo, sono andati gli anni, e i Natali in solitudine, ma solitudine che non consola, benché con la famiglia accanto che mi ama...
Ti abbraccio più forte che posso

johakim ha detto...

Il principiante
Sono d'accordo con te. Il Natale dovrebbe essere davvero un momento di raccoglimento intimo, di rivalutazione e introspezione. Credo che questo debba però essere fatto sempre, e con sempre più motivazioni rispetto al degrado generale che abbiamo intorno.
E' il momento dei racconti e delle coccole... verso gli altri e verso di noi.

Grazie delle parole
Joh

johakim ha detto...

Taoista
Si è vero le situazioni cambiano. Lo sbaglio che faccio è pensare che la nuova vita possa in qualche modo riunire nuovamente tutti in un unico gesto d'amore. C'è chi è pronto a farlo e chi invece ha bisogno di tempo e pazienza per il perdono.
Io aspetterò, seguitando sulla mia strada, con la mano aperta per chi avrà voglia di stringerla un giorno.

Un caro saluto
Joh

johakim ha detto...

Lilly
So cosa significa solitudine.. ne ho un ricordo ben preciso. Si avverte precisa anche in mezzo alla gente, anche in mezzo alle persone che ti vogliono bene. Quando qualcosa manca in noi stessi nulla può compensare questo silenzio.
Ma so quanto può essere bello, infinitamente caldo e colorato questo periodo se nel cammino si incontrano persone come te.
Lascia che il tuo sorriso avvolga le persone, i bambini soprattutto. Perchè il sorriso che tu riuscirai a regalar loro sarà il regalo più bello che essi potranno avere.
Indossa qualcosa di rosso e lasciati avvolgere dall'atmosfera perchè è questo che puoi fare: far sognare i bambini con la poesia dei tuoi occhi.
Buon Natale amica cara!

Joh

Uriel ha detto...

Sapessi a quante persone ho sentito dire "odio il Natale, non vedo l'ora che le feste passino". E' un piacere sentire qualcuno che vive ogni momento per quello che è, sensa fughe e nascondigli, e che cerca sempre e comunque di dare un senso al presente

johakim ha detto...

Uriel
Non credo alle persone che dicono di odiare il Natale così come non credo alle persone che dicono di amare le città ad agosto quando non c'è nessuno. Ad ognuna di loro manca qualcosa. Manca un amico, manca un affetto, manca un progetto, manca soprattutto amore verso se stessi. Misantropia oppure semplicemente mancanza di puro, semplice... stupore.

Un grande abbraccio
Joh

Nicole ha detto...

Io ai miracoli ancora ci credo, anche se alle volte sono amara, in realtà ci spero.Quindi ora ,farò una cosa: Chiederò un miracolo anche per te,in fondo quelle come me e te desiderano solo una cosa...Pace e armonia.
Anche da lassù, l'unione fà la forza.
Incrociamo le dita insieme...
Ciao dolce essere vivente.

eros ha detto...

Che dico adesso...hai esposto la cosa in modo disarmante...Sì mi piace Festeggiare il Natale, e mi piace ricevere regali...

E' un giorno molto speciale; su di me ha un effetto disinfettante per la mente e l'anima.
Ma forse mi illudo???

eros

johakim ha detto...

Eros
Grazie del commento e... benvenuto nel mondo degli illusi (meno mane che esistono ancora!)

Joh

johakim ha detto...

Nicole
è un miracolo che condivido e spero si realizzi anche per te e per tutti quelli che hanno ancora un pò di "polvere magica" in mano!

Un bacio
Joh

keypaxx ha detto...

In verità, le cose a cui ti rivolgi, sono le stesse che mancano a molti di noi. Il natale è sempre più un "affair" commerciale.
Dove le strette di affetto sembrano tramutarsi in strette di convenienza o, peggio ancora, di rito in cui poco si crede e poco si pondera.
Allora io credo che, nonostante tutto, occorra una base; il natale del cuore deve partire da noi stessi. Poco importa se non si potrà allargare quando una coscienza diviene pura e pulita.
Un sorriso per questo giorno di festa.

keypaxx ha detto...

Un sorriso per un sereno fine settimana.
^_____^

pensieridiunapenna ha detto...

Carissima, mi hai emozionata. Sono parole che condivido, una per una e nessuna esclusa. Come condivido quel sottile risentimento celato dietro alcuni accenni, sfuggenti ma amari. E' la disillusione di noi romantiche, con il cuore aperto a tutto l'amore del mondo, a cominciare dal nostro nido, che non ci stanchiamo mai di abbracciare.
Un abbraccio forte,
Emma

johakim ha detto...

Emma,
sai, non è risentimento.. è tristezza per chi non ha la capacità di aprire il proprio cuore nemmeno davanti ai bambini. Mi dispiace per chi non avverte questa possibilità... che arriva una sola volta all'anno fra campanelli e fiocchi di neve.

Grazie delle parole
Un grande abbraccio
Joh

JFK ha detto...

Joh cara,

la fiaba del Natale, così come la descrivi, carezza al pari di un guanto di lana.
Il ciocco d’ulivo crepita nel camino e la fiamma disegna ombre guizzanti sull’album dei ricordi che tieni aperto sulle ginocchia.
Molti di questi coincidono con i miei, suoni di cornamuse e profumi d’abetaie gocciolanti resina e neve fresca.
E poi, improvvisa come folata di tramontana, la malinconia stende il gelo sulla pianura dell’animo, paralizzando le falangi.
Il giusto riserbo richiede che il commento si fermi qui, rispettando i confini di una privata storia.

Mi tengo strette le immagini più care e ti ringrazio per il dono, il resto lo racchiudo in un abbraccio silenzioso di neve candida.

JFK

johakim ha detto...

JFK
Il silenzio della neve ed il profumo di resina... sarebbe il regalo più bello che io potrei mai ricevere.

Grazie... davvero.
Joh

keypaxx ha detto...

Un sorriso per una serena settimana.
^____^

keypaxx ha detto...

Un sorriso per un sereno fine settimana. Dicono che arriverà il freddo, stavolta.
^_____^

Bacio di Dama ha detto...

Qualcosa di rosso lo porto sempre in borsa, con me:
'il nasino di Mila' con la coccinella camomilla che ha deciso di fare impianta stabile sul suo naso e andrò dove sai, a spargere di polvere magica tutti i bambini (che da un pò di tempo, sono tantissimi, poverini). E racconto loro favole strampalate e ridiamo insieme a lacrime (anche dalla commozione), perché loro, sono disarmanti e ridono anche solo per un occhiolino dato sulla porta prima di entrare, magari sbattendo energicamente il naso...
Sei un tesoro joh, entrare da te é sempre un piacere.

johakim ha detto...

Bacio di Dama
Il tesoro sei tu e tale devi restare! Porta il tuo sorriso, il tuo naso rosso ed i colori del tuo cuore fra quei bambini. Questo è lo spirito del Natale... e tu lo stai portando fra le corsie 365 giorni all'anno! E' meraviglioso!!
Un abbraccio forte forte
Joh

taoista ha detto...

Auguri per le festività prossime a te e famiglia.

keypaxx ha detto...

Ormai a ridosso delle imminenti festività colgo l'occasione, nel caso non riuscissi a ripassare prima, per porgerti i migliori auguri di serenità.
^______^

keypaxx ha detto...

Forse è la volta buona che riesco a traslocare di blog... mah, incrociamo le dita.
Un sorriso per l'ultima settimana dell'anno.
^____^

keypaxx ha detto...

Spero trascorrerai una buona fine e un buon inizio di 2012 con le persone che ami.
Un sorriso ben augurante.
^______^

taoista ha detto...

Una breve poesia tratta dallo Zerin:

Scorgere il sole in mezzo alla pioggia;
Attingere limpida acqua dal centro del fuoco.

Buon 2012 con affetto.

keypaxx ha detto...

Finalmente posso inviarti un caloroso sorriso dalla mia nuova casa:

http://keypaxx.wordpress.com/

Ti aspetto.
^______^

keypaxx ha detto...

Come è andata la prima settimana dell'anno?
io sto cominciando a stabilizzarmi con il nuovo blog, di tempo ce ne vuole.
Ma non perdo le buone abitudini;
un sorriso per un sereno fine settimana.
^____^

johakim ha detto...

Ciao Key!
Direi bene... a parte l'influenza. Il tuo blog nuovo è mooooolto bello! I cambiamenti servono, sempre!! :o))

Un buon fine settimana!
Joh

keypaxx ha detto...

Grazie. Non è stato facile, ahimè, dovrei scriver un libro solo per l'epopea del passaggio. Ma quel che conta, alla fine, è il risultato positivo.
Un sorriso in attesa della nuova settimana.
^____^

keypaxx ha detto...

Spero mi abbia preso il commento di prima. In caso contrario ti lascio almeno il sorriso.
^____^

keypaxx ha detto...

Passata l'influenza?
Un sorriso per un sereno fine settimana.
^_____^

johakim ha detto...

ciao Key
Mica tanto ancora... ma sto migliorando, anche perchè non ne posso più!! ;o)

keypaxx ha detto...

Mi spiace moltissimo. Vedi di riprenderti al più presto. Magari con i vecchi rimedi, che son sempre i migliori.
Un sorriso per la nuova settimana.
^_____^