lunedì 10 giugno 2013

Parole di Pane

E' stato concepito con amore, è stato selezionato con cura, ora è pronto per essere messo al mondo....





ANTOLOGIA PAROLE DI PANE
Farnesi Editore



Diana Sganappa e Emma Saponaro, alias Diana&Emma, (DIANA&EMMA
spinte dalla passione per la letteratura, hanno organizzato 
il concorso letterario “Parole di pane”, allo scopo di creare un’antologia di racconti.

Il concorso, patrocinato dalla Provincia di Lecce e dalla Regione Puglia, 
si era proposta di offrire alle persone che amano scrivere l’opportunità di esprimersi nella forma del racconto breve, che avesse ad oggetto un argomento sul cibo

Un mio scritto è stato selezionato .....



La presentazione del libro avverrà il giorno 30 giugno dalle ore 18,00 presso 
l'Associazione libraria "L'Universale"  con sede in Via F. Caracciolo 12 a Roma 


E' un piacere per me condividere anche con voi questa gioia e questa soddisfazione personale


Un ringraziamento speciale va, naturalmente, a chi ci ha creduto, ci ha speso del tempo e probabilmente anche del denaro, l'ha fortemente voluto ed infine l'ha visto materializzarsi.

Grazie Diana e grazie Emma!

Joh










lunedì 3 giugno 2013

Ti devo lasciar andare





Prenderò quello che mi è rimasto di te e ti lascerò andare.
Ti lascerò scorrere con l'acqua del tuo torrente
e ti sentirò nel profumo del tuo maglione trasportato dal vento.
Ti lascerò salire oltre le nuvole bianche o ti lascerò scendere dentro la terra. Ti lascerò andare ovunque tu possa sentirti leggero.
Non penserò più al legame che c'era e non penserò più alla corda che ormai s'è spezzata. Ti lascerò libero dai nodi che ho provato a formare attorno al tuo spirito.
Lascerò che le dita attorno alle tue si liberino della mia stretta e lascerò che il tuo corpo si disintegri in frammenti di sabbia.
Non vorrò più sentire l'eco della tua voce chiamarmi nel sonno e non lascerò che il dolore per averti perduto mi accompagni nelle giornate a venire. 
Voglio renderti libero dalla mia sofferenza.
Mi lascerò dietro alle spalle i ricordi, anche quelli più vivi. 
Ti lascerò andare senza il peso dei miei pensieri.
Smetterò di pensare ai tuoi ultimi giorni, chiuderò gli occhi sulle mie lacrime e non avrò più nella testa il ricordo del tuo ultimo anelito.
Ti lascerò come è giusto che una figlia lasci suo padre in un giorno qualunque.
Ti lascerò ritornare alla luce e se un giorno ti dovessi incontrare ancora una volta, in una vita lontana,
saprò riconoscerti ancora
perchè i gesti d'amore restano impressi in eterno
come eterno è l'amore che sento per te.