lunedì 3 giugno 2013

Ti devo lasciar andare





Prenderò quello che mi è rimasto di te e ti lascerò andare.
Ti lascerò scorrere con l'acqua del tuo torrente
e ti sentirò nel profumo del tuo maglione trasportato dal vento.
Ti lascerò salire oltre le nuvole bianche o ti lascerò scendere dentro la terra. Ti lascerò andare ovunque tu possa sentirti leggero.
Non penserò più al legame che c'era e non penserò più alla corda che ormai s'è spezzata. Ti lascerò libero dai nodi che ho provato a formare attorno al tuo spirito.
Lascerò che le dita attorno alle tue si liberino della mia stretta e lascerò che il tuo corpo si disintegri in frammenti di sabbia.
Non vorrò più sentire l'eco della tua voce chiamarmi nel sonno e non lascerò che il dolore per averti perduto mi accompagni nelle giornate a venire. 
Voglio renderti libero dalla mia sofferenza.
Mi lascerò dietro alle spalle i ricordi, anche quelli più vivi. 
Ti lascerò andare senza il peso dei miei pensieri.
Smetterò di pensare ai tuoi ultimi giorni, chiuderò gli occhi sulle mie lacrime e non avrò più nella testa il ricordo del tuo ultimo anelito.
Ti lascerò come è giusto che una figlia lasci suo padre in un giorno qualunque.
Ti lascerò ritornare alla luce e se un giorno ti dovessi incontrare ancora una volta, in una vita lontana,
saprò riconoscerti ancora
perchè i gesti d'amore restano impressi in eterno
come eterno è l'amore che sento per te.


25 commenti:

soloenne ha detto...

oggi
lascerai la sua immagine
e tutto quello che è ancorato
ad essa

ma il sentimento profondo no
non lo potrai lasciare

domani la sua carezza
che viaggerà sull'onda del vento
ti coglierà
...e sarà un nuovo incontro

johakim ha detto...

Nio
la tua carezza era assieme alla sua e l'ho sentita
Grazie...
Joh

JFK ha detto...

Lasciarli andare i nostri cari, come facciamo nell'arco della vita per figli e nipoti quando impazienti dispiegano le ali sulla rupe da cui si lanceranno, è la cosa più giusta.
Non ci liberiamo con questo di loro, al contrario compiamo l'estremo atto d'amore capace di sciogliere l'abbraccio ossessivo in un arrivederci altrove.

L' hai scritto con parole che emozionano, cui la natura presta il suono delle acque d'un torrente e il colore di bianche nuvole che danzano nel vento.

JFK, aquilone che abita i tuoi cieli.

johakim ha detto...

JFK
Il torrente è il suo elemento ed io ti ringrazio per aver accompagnato il tuo pensiero a lui così delicatamente.

Joh

johakim ha detto...

Lux

Grazie amica mia

Joh

keypaxx ha detto...

Non è mai semplice lasciar andare qualcuno che si ama. Qui, in questo scritto, c'è tutta la tua passione e sofferenza.
Un abbraccio.

johakim ha detto...

Key
più si ama e più è difficile... ancor più lo è se la persona che devi lasciare andare non c'è più

Sciarada ha detto...

Io ancora non ne sono capace Joh.
Ti abbraccio

johakim ha detto...

Sciarada
Bisogna essere felici.. per loro

Joh

Daoist ha detto...

Un sentimento d'amore,non libererà mai l'animo che lo ha generato. L'amore verso...l'amore per...l'amore da...E' indelebile, è ereditario...

Comunque,è proprio l'Amore che rende liberi dalle illusioni mortali

Ciao joh.

johakim ha detto...

Daoist
Hai ragione.... solo vorrei che il senso di mancanza che provo impedisse alla sua anima di volare in pace.

Ciao amico caro
Joh

Elisena ha detto...

Solo chi ama veramente può scrivere simili parole!
E solo chi è stato amato veramente comprenderà quanto l'anima soffre nel tramutare un così grande dolore, che vorrebbe gridare, piangere e ..... che invece "sorride" perché sa che nulla può se non vestirsi di serenità ..... come suo ultimo gesto!
Una carezza joh

P.S.:Avevo già lasciato un commento che blogger ha fatto sparire.

Stefyp. ha detto...

Parole che trasmettono forti emozioni come forte è l'amore per i nostri cari. E' sempre difficile dire addio e rassegnarsi alla perdita, purtroppo la vita ci sottopone anche a queste prove.Dobbiamo pensare che loro non ci lasceranno mai completamente, ma continueranno a vivere dentro noi e la loro presenza ci accompagnerà per tutta la nostra vita. Allora sarà meno duro il distacco.
Un caro saluto, Stefania

johakim ha detto...

Stefy
Il post era per il suo anniversario. Dopo quattro anni e' giusto che il mio dolore si plachi e lo lasci andare libero.
Grazie delle tue parole
Joh

sergio celle ha detto...

...si può essere tristi anche per i vuoti lasciati da persone sconosciute, ed è qui che lascio un'emozione di tristezza in preda al vuoto pieno di una lacrima...ciao Joh

keiko ha detto...

Post dolce e struggente: l'assenza è pesante e faticosa da sostenere, più di una presenza ingombrante.
Un bacio

johakim ha detto...

Elisena
So di esser stata molto amata... da lui soprattutto.
Il mio gesto d'amore, ora, è quello di lasciarlo andar libero

Un abbraccio
Joh

johakim ha detto...

Sergio

... grazie, sinceramente

Joh

johakim ha detto...

Keiko
E' il peso dell'assenza che deve esser abbandonato. Io ci sto provando...

Joh

Uriel ha detto...

Parole struggenti scritte col liquido di un cuore che sanguina e che contagia stringendo a sua volta il cuore di chi ti legge.
Un abbraccio

johakim ha detto...

Uriel
Grazie....

Joh

johakim ha detto...

Ciao Stefy. Si loro sono sempre qui con noi. A volte però bisogna lasciarli andare altrimenti il dolore che sentiamo ci devasta e ci impedisce di respirare.
Così è stato per me con mio padre. .. così dovrà essere per mamma e papà di Alessandro

johakim ha detto...

Ciao Stefy. Si loro sono sempre qui con noi. A volte però bisogna lasciarli andare altrimenti il dolore che sentiamo ci devasta e ci impedisce di respirare.
Così è stato per me con mio padre. .. così dovrà essere per mamma e papà di Alessandro

Francesco Zaffuto ha detto...

ho conosciuto molto presto la partenza di una persona cara e tante volte mi sono interrogato su questo filo che ci può legare. Le parole che hai usato hanno rinnovato in me quell'interrogativo. E' un interrogativo pesante che hai toccato con grazia. Ciao

johakim ha detto...

Grazie del tuo passaggio Francesco e del tuo pensiero