lunedì 25 novembre 2013

Sotto ad un leggero strato di gelo



C'è come una piccola lastra di ghiaccio, 
fra la terra ed il cielo.
Quando cammino sopra di essa, ho paura che si crepi, tanto è fragile. 
Allora compi dei piccoli balzelli,
 quasi in punta di piedi, per non creare fratture.
Quando si ha a che fare con il ghiaccio, bisogna essere cauti. 
Bisogna non avere peso, nelle parole e nei gesti. 
Quello che c'è di strano è che tu sei consapevole 
che questa sottile lastra nasconde terra e germogli, 
in definitiva quello che si chiama vita.
Ed è la vita che trascorro guardando nella sua trasparenza 
e nei suoi angoli scuri 
che mi rendo conto di cosa vuol dire amare, 
crescere, donare nell'attesa che un germoglio buchi la superficie.
Ci sono parole che servono a scaldare, a sciogliere, ad accogliere. 
Vorrei che una di queste si facesse largo anche solo per un millimetro 
per riuscire a sfiorarti il cuore.
Sento che una stagione in più, come un pezzo di ghiaccio, 
si sta depositando fra la terra ed il cielo 
ma io vorrei darti il coraggio, la forza e la speranza di un domani migliore.
Oggi, è il giorno di un mio piccolo dono, uno fra i tanti, 
che vorrei tu tenessi per un giorno, forse un mese, 
per ancora qualche altro anno, con te.


Buon compleanno

9 commenti:

soloenne ha detto...

...in bilico
tra ghiaccio e parole
tra quello che si vede e quello che si percepisce

e c'è un desiderio o forse una speranza
ch'è quello che ci permette
di continuare la via

ti abbraccio leggera...

Daoist ha detto...

Tuttavia, a sostituire il gelo c'è sempre il ritorno della primavera...si tratta di saper aspettare; lo sai da te...poi ritornano le urla dei bimbi per strada, e con essi i sorrisi riconcilianti di chi non ha voluto o saputo cogliere l'importanza dei ruoli per ognuno di noi.

Sappi aspettare, c'è sempre il giorno del ritorno.

Uriel ha detto...

Parole che scaldano e sciolgono ed è veramente difficile che non vengano accolte e conservate. Un bellissimo regalo di compleanno perché c'è il tuo cuore dentro.

JFK ha detto...

Cara Joh,
un germoglio, un qualsiasi anche ombroso germoglio, quando è stato nutrito da fertile humus, giunta la sua stagione buca la più spessa lastra di ghiaccio.
Sono certo che la terra del tuo campo è buona terra.

Un abbraccio
JFK

johakim ha detto...

Grazie a tutti voi amici miei!
Questo era un regalo di compleanno... destinato a chi, da tempo, ha saputo cogliere le mie parole ed i miei sentimenti.

Sciarada ha detto...

Joh! mi si è schiantato il cuore per l'emozione e anche per la data di questo compleanno che è tanto preziosa anche per me, tantissimi auguri a chi ha saputo cogliere le tue parole e i tuoi sentimenti!

johakim ha detto...

Sciarada
Sei un'amica preziosa!
Joh

sergio celle ha detto...

...rendersi conto di cosa vuol dire Amare, è toccare il vertice più elevato dell'Amore...e dare un senso alla vita...ciao Joh, una dedica più spirituale e più lirica per una cara ricorrenza annuale, non era possibile scriverla...sincero abbraccio..

Maria Pia ha detto...

Questa me l'hai letta dal vivo..mi aveva emozionato, te lo dissi allora , lo confermo adesso.. e' un regalo fatto con tutto l'amore che provi. Vola amica mia vola alto..
Ti abbraccio

MaPi