lunedì 23 agosto 2010

Notte d'agosto


Era una terra di confine. Un luogo dove la luna teneva per mano la coda delle nuvole per non farle scappare dietro alle colline. Il soffio del vento scuoteva le cime degli alberi con lenta e ritmica meticolosità, per non spaventare le foglie e farle cadere in terra.
L’umidità della notte si alzava dai prati scuri, densa, palpabile, stesa come un mantello d’argento.
Il silenzio era spezzato di tanto in tanto solo dal fischio della civetta a richiamare la propria vittima nel suo volo leggero sopra ai tetti delle case nel loro lungo sonno inquieto.
Il lento scorrere del fiume dettava il confine fra il sogno e la realtà nella sua lenta ed inesorabile discesa verso il nulla.
L’odore dell’acqua, pungente e fredda, entrava in ogni piccolo anfratto, teneramente abbracciato dai raggi lunari, oscura sorella di questa magica notte d’estate.
Un paese che dorme, i sogni della gente dispersi fra le lenzuola sgualcite dal sudore nel profondo riposo di chi non ha che poche speranze, da contare sulle dita di una mano stanca, corrosa dal lento passare degli anni.
Notte d’estate, notte di un mondo che gira al contrario e tutto d’attorno si arrende.

Mi era capitato altre volte di svegliarmi nel cuore della notte e chiedermi che giorno fosse. L’odore del caffè appena fatto pervadeva la stanza del suo intenso aroma, tanto da risvegliare i sensi già abbastanza tesi ed attenti verso qualcosa ancora da definire. Voglia, solo una una voglia chiara e nitida nella mente e nel cuore: quella di ridare un senso a questa irreale notte d’agosto.
Mentre la gente ancora sognava, io ero li a contare i minuti che non passavano mai ed una lacrima di luce, gettata al di là dell’orizzonte, faceva intendere l’alba imminente scandita fra un respiro, un sorso bollente ed un raggio di luna.

Pian piano la luce spargeva il suo intenso chiarore, gettando i colori dell’alba alla rinfusa sui dolci contorni delle colline e con un gesto sommesso, per non svegliare nessuno, salutai la piccola casa.
“Starò via per un po’ … e non so se ritorno”.

30 commenti:

Only Me ha detto...

Joh,

pensavo di ritrovarti con un sorriso invece ti sento malinconica e giù di tono.
tutto ok????
un abbraccio

johakim ha detto...

@Only Me
Mi spiace averti dato questa impressione!
In effetti le parole sembrano malinconiche ma riflettono un esperienza che mi ha invece affascinata ed ho così provato ad immaginare di vivere in quel bellissimo posto.
Li... avrei voluto restare e non tornare mai più :o)

Joh

Nicole ha detto...

Sicura che non ritorni più?
Ho compreso che spesso giriamo in tondo e spesso ritorniamo al punto di partenza...Facciamo giri immensi per comprendere, più ricchi e più poveri di qualcosa.


P.S.
Scusa se puoi il mio latitare...

johakim ha detto...

Ciao Nicole! Sai che non c'è nulla da scusarti! :o))

Si sono convinta anch'io che spesso giriamo per poi tornare ad unpunto che potrebbe essere una nuova partenza. Credo che questo sia anche un bene, ci serve per imparare e correggere i nostri comportamenti.

Un abbraccio grandissimo
Joh

il principiante ha detto...

Andiamo e torniamo...sempre. E ogni qualvolta ritorniamo ci sarà sempre qualcosa che troviamo cambiato.

Nel caso del racconto della tua estate: Cosa hai trovato cambiato rispetto al passato?

Cosa é cambiato di Te?

Koan " il maestro chiese al monaco cos'é che muove la bandiera? Il monaco disse: E' il vento che fa muovere la bandiera; ma il maestro con tutta calma rispose: Considera che possa essere la tua mente a farla muovere !"

Molto bello e figurativo il tuo racconto e la foto d'ingresso, segno di serenità.

johakim ha detto...

@ Principiante

Si è proprio la serenità che ha dettato lo scritto di questo post.... come il lento scorrere dell'acqua.

Vorrei poter dire che la calma mi ha cambiata e l'acqua mi ha pulio l'anima ma la vita ci pone costantemente di fronte alle correnti dalle quali spesso non è facile trovare l'equilibrio.

Ecco cosa ho trovato: lo spiraglio per intravvedere il mio "centro"

Only Me ha detto...

joh,

bene! sono felice di aver capito male allora!
ha ragione nicole... la vita è fatta da tanti cicli, ci si ripassa sempre nei luoghi e nelle situazioni.
e nessuno ci vieta di fermarci al momento opportuno

keypaxx ha detto...

L'acqua, nelle sue mutevoli forme, è alla base della vita. Scorre dentro di noi permettendoci di avanzare verso isole lontane, ci fa scoprire latitudini che non pensavamo di vedere. Esattamente come la luce che saluta il nuovo giorno; abbiamo un infinito che ci attende.
Un sorriso per una serena giornata.
^________^

soloenne ha detto...

ci sono magie che solo la luna
aiuta a cogliere
d'agosto poi...

sembra che l'aria sia più raffinata
e suoni e visioni
vi vibrano dentro

...casa
starai lontana per un pò
ma ci tornerai spessissimo col cuore

johakim ha detto...

@Soloenne

E' vero, la luna d'agosto è davvero magica!
Ti abbraccio
Joh

johakim ha detto...

@Key
L'acqua è il mio elemento e combinata con i mille toni del verde degli alberi riflessi sul suo specchio, hanno creato un'atmosfera indimenticabile!
Un abbraccio
Joh

Uriel ha detto...

Era una terra di confine. Un luogo dove le nuvole giocavano a nascondino con la luna, toccandole la mano con la coda per provocarla e far sì che non si distraesse. Le foglie degli alberi danzavano allegramente al soffio del vento che le cullava come una mamma fa con l’altalena.
I prati si rintanavano sotto una coltre scura, un mantello d’argento ricamato dall’umidità che esalava dai loro stomi a conciliare il riposo nella complice notte.
Il fischio della civetta rendeva meno opprimente il silenzio, mentre le potenziali vittime si allertavano allora e guardavano attente, l’occhio e i muscoli tesi alla tana, al volo che leggero si librava sui tetti e faceva inquieto l’apparente sonno delle case.
Il lento scorrere del fiume dettava il confine fra sogno e realtà nell'offrirsi solenne al presente, dal suo imperscrutabile procedere da un’origine lontana e misteriosa.
Ogni piccolo anfratto era saturo di un perfetto equilibrio tra lacrime d’acqua, pungenti e fredde, e il chiarore calmo della luna, discreta sorella di questa magica notte d’estate.
Un paese che dorme, i sogni della gente dispersi fra le lenzuola sgualcite dal sudore a confortare il riposo di chi vive solo di poche speranze, da contare sulle dita di una mano stanca, ricca di tante perle di gioie e dolori .
Notte d’estate, notte di un mondo che continuamente sorprende mentre tutto d’attorno è in attesa.
Starà via per un po’, piccola casa,… forse tornerà qui … forse no, ma tu resterai sempre in lei.
:) :) :)

johakim ha detto...

@Uriel

.... un racconto a 4 mani? :o))

Joh

p.s. l'hai reso meno malinconico laddove la mia malinconia è però solo profonda serenità.
Grazie!

Maga di Endor ha detto...

Meravigliosa Joh, nel tuo brano, mi sono rispecchiata. sei stata ancora una volta la mia macchina del tempo. Ho vissuto anni addietro questi rari momenti di bellezza interiore, che forse danno in un certo senso nostalgia, ma ti riempiono di ricordi l'anima. La mia vecchia casa in paese, ormai venduta, dalla quale non mi sarei voluta mai separare, dove ho guardato troppe volte la Luna, e attraversato il fiume, pescato sogni e fantasie, udito il canto della civetta, immaginato i sogni delle persone... sentito il respiro leggero dei miei picoli che dormivano insieme abbracciati, come due amorini...e le risa, e l'odore del caffé che non ha più quell'identico sapore di felicità, ma solo di nostalgia.
ti abbraccio fortissimo
Lilly

johakim ha detto...

@Lilly
Sono felice che tu abbia ritrovato un angolo a te caro nelle mie parole. Io sono rimasta affascinata dalla lentezza di quel fiume e dalle tonalità di verde che su di esso si rispecchiavano. Ci vorrebbe un pittore per descrivere la sensazione, ma sono felice che sia riuscita a farti sognare un pò!
Un abbraccio
Joh

Maga di Endor ha detto...

già cara, riesci sempre a farlo. e quella tonalità di verde, l'ho rivista proprio ieri notte in sogno. Sai pescavo su questo fiume, e ho pescato 5 pesci insieme...ah vecchi ricordi!!!
Va...meglio che finisca qui altrimenti mi commuovo. sono una inguaribile romanticona.
ahahahah
bacio
Lilly

johakim ha detto...

5 pesci??? Ma brava!!! gioca i numeri al lotto! :o))

Joh

taoista ha detto...

Quello che scrivi sono pensieri che rivelano momenti di felicità...richiamano un ambiente immerso nella natura, ma ripassati in meditativo relax; in una notte d'estate con le luci,i rumori,i profumi...che si amplificano.

E rimane lo sciviolare dell'acqua che riporta la mente alla fluidità delle cose, al continuo cambiamento di esse, ma dire di noi stessi giorno dopo giorno.

Uriel ha detto...

racconto malinconico? No, anzi.
Mi sono talmente immerso nelle tue scarpe che mi è venuta voglia di giocare =)

johakim ha detto...

@Taoista
Si amico caro, è proprio così. La pace e la serenità di quell'atmosfera quasi irreale mi ha rigenerata.

Un abbraccio
Joh

keypaxx ha detto...

Serenità e un sorriso per un felice fine settimana.
^_________^

johakim ha detto...

@Key
buon fine settimana anche a te Key
Io forse tornerò su quel fiume.....

Joh

Lucio ha detto...

Poco ci soffermiamo nelle terre di confine..e bruscamente…ci ritroviamo o nel sogno o nella realtà. Ciao

johakim ha detto...

@Lucio

Ho paura di vivere costantemente in questa terra di confine e ti dirò che non mi dispiace. Sogno, realtà, chissà se esiste una differenza sostanziale.

Un abbraccio
Joh

taoista ha detto...

Tu vivi semplicemente la tua esperienza Quì e Ora; Il resto é vita di eventi che scorrono e poiché senti di scorrere come l'acqua, sai che un piede nell'acqua non tocca mai la stessa acqua...scorre.

I confini li determiniamo noi per un vizi mentale che gli altri essere viventi non hanno: LA RAZIONALITA'.

Basterà vivere spontaneamente...niente confini, niente mente.

keypaxx ha detto...

Un sorriso per un solare inizio di settimana. Anche se il freddo pare, alfine, giunto...
^__________^

Nicole ha detto...

Tutto bene? Quando non ti vedo mi preoccupo...Spero tu sia in vacanza:)

keypaxx ha detto...

Un sorriso per un sereno e solare fine settimana.
^_________^

keypaxx ha detto...

Ti lascio un sorriso per il nuovo inizio di settimana.
^________^

Lucy ha detto...

Ciao e grazie per esser passata da me ma sto cancellando un pò di post che non sento più miei e mi dispiace che perderò acnhe tuo commento...spero che tornerai presto <3