martedì 21 dicembre 2010

Un'altro Natale



Il Natale è un periodo strano. Restiamo quasi estranei a questo evento pensando che tutto sommato è un giorno come un'altro. E' vero. Man mano che gli anni passano e non ci troviamo più a vivere la leggerezza del nostro esser bambini, questo giorno cambia di sapore.
Non ci stupiamo più e non abbiamo più l'apprensione dell'arrivo di qualcuno, chiunque esso sia, che ci porta regali di nascosto sotto l'albero.

A tratti riviviamo quest'atmosfera quando veniamo coinvolti dai sorrisi dei bambini e dalla loro sorpresa nella mattina di natale, mentre ancora caldi dal sonno, corrono a piedi nudi per vedere se qualcuno si è ricordato di loro ed ha lasciato i doni li.. .proprio sotto l'albero... lì dove loro si aspettavano che fossero.

Eppure...
Eppure...

Quando ci capita di camminare di notte, per le piccole viuzze di qualche cittadina ma anche in qualche grande città. Quando le luci calde delle decorazioni rischiarano la notte, quando gli alberi addobbati ci fanno sentire piccoli sotto le loro fronde innevate, quando le vetrine dei negozi di giocattoli ci fanno sorridere ed abbiamo la sensazione di poter sentire il calore dei peluches, o di entrare in quel trenino di legno o ancora sentire il fruscìo degli abiti di qualche bambola.
Quando i dolci esposti nelle pasticcerie sembrano ancor più zuccherini e quando ti chiedi come mai il pandoro o il panettone abbiano un buon sapore solo in questi giorni di festa.
Quando senti il freddo della sera intenso dentro le ossa ma il profumo della neve riesce a sopraffarti sempre...

Ecco, è in questi momenti che il Natale acquista il suo significato. E' qualcosa di profondo, qualcosa che ti si è radicato dentro e benchè tu lo respinga ogni anno dicendoti che non ha più significato, non puoi fare a meno di avvertirlo.
E' dolce, è sussurrato, è intimo, ha l'intensità di un coro di bambini, è come le luci dell'albero...
qualsiasi cosa esso sia: è il tuo Natale.

Un abbraccio
Joh

30 commenti:

Lux ha detto...

Il tuo post mi ha fatto venire le lacrime. Ricordo che mio padre una notte di Natale, mi ha afferrato al volo la caviglia perchè stavo "sgusciando" dal lettone nell'intento di scoprire chi fosse babbo natale! Ricordo l'emozione del sentire il fruscio dei rami e il posarsi dei doni. I bambini e il loro stupore ci fanno rivivere questi momenti. Certo, quando cresci, tutto diventa solo un bellissimo ricordo. Tutto cambia, ma la magia del periodo che hai descritto perfettamente..quella resterà per sempre. Forse il segreto del Natale è saper tornare piccoli e sapersi ancora stupire.
Un abbraccio,

Lux

johakim ha detto...

Si Lux, è proprio quello che intendo. E' come una sorta di abbraccio... come un bacio sulla guancia ed in un secondo torniamo bambini.
E' stupendo!

Joh

soloenne ha detto...

natale

lo vivo sempre come una divisione
scisso tra i ricordi con profumo di mandarini
affetti falò
e tutto ciò che in filamenti li compone
e l’odierno
con una cinicità che rasenta la purezza

…natale, non so
forse lo spirito lo ritrovo tutti i giorni
quando all’alba il sole illumina la mia finestra

johakim ha detto...

@Soloenne
Si... l'alba ha lo stesso fascino della nascita! Hai ragione.

Un abbraccio grande grande
Joh

Libby ha detto...

A ciascuno il proprio Natale. (e che sia una nuova nascita, una nuova speranza)
Tanti auguri,
con affetto.

johakim ha detto...

Libby
Ti auguro che questo Natale ti sia caro... inaspettatamente!

Un abbarccio
Joh

Nicole ha detto...

Un abbraccio a te...
A te che perdoni i miei vuoti...Ma credimi non per mancanza di affetto.
Sto aspettando il tuo libro, se non arriva, dopo il 6 gennaio lo ordino io.
Spero di incontrarti un giorno e spero di avere una tua dedica.
Ti auguro la serenità che desideri.

keypaxx ha detto...

Il Natale è un segno distintivo, unico e personale. Regala emozioni, regala ricordi, regala la nostalgia di quel che è stato e di quel che sarà. Proprio come il tuo post sa regalare a chi lo legge; una emozione personale.
Un caro augurio per un sereno Natale.
^_______^

Only Me ha detto...

non provo piu nulla per il natale, non gli do piu importanza di altri giorni.
è vero che, sebbene io non cambi di una virgola in questo giorno, molti diventano stranamente piu buoni.
come per redimersi.
mah!
nn mi piacciono ste cose, però sarebbe bello che fosse sempre natale, cosi sarebbero sempre piu buoni.
un abbraccio grande!

taoista ha detto...

Grazie per gli auguri a te ed ai tuoi cari che ricambio con affetto. Mi fermo quì; ma appena possibile torno al tuo blog per commentare questo post.

johakim ha detto...

@Only me
Non parlo di bontà, parlo di emozioni, sensazioni, profumi che, a mio parere, quando sei fuori di notte a guardare le luci e la neve ed i bambini, provi solo in questo periodo. Chiamalo come vuoi... ma qualcosa è nell'aria. Non è bontà, quella dovrebbe essere in noi sempre.

Un abbraccio
Joh

johakim ha detto...

@Key
Si, le emozioni sono sempre personali, come i ricordi ed i profumi.

Un sereno Natale anche a te, di cuore.
Joh

il principiante ha detto...

Accetta i migliori auguri per la festività del Natale e per un felice anno 2011.

Giovanni Greco ha detto...

Sereno Natale a te e a tutti i lettori del tuo blog.

taoista ha detto...

Non so cosa sia successo,probabilmente non ti sono arrivati gli auguri per le festività sia natalizie che di fine e nuovo anno.
Te li riformulo oggi, sperando che possono essere ancora validi.

A questo punto Buon fine 2010 e brillante 2011.

johakim ha detto...

@Il principiante
Grazie di cuore! Buone feste anche a te!

@Giovanni
Un caro e sincero augurio per te!

@Taoista
Grazie lo stesso!... Oggi è Santto Stefano e quindi non ho perso nulla! :o)
Buone feste anche a te!

johakim ha detto...

@Nicole
Grazie per gli auguri e grazie per il libro...
Un abbraccio ed il mio pensiero per te ...."speciale"

Joh

keypaxx ha detto...

Sorrisi e serenità per la ultima settimana dell'anno.
^_________^

eros ha detto...

auguri fuori tempo massimo...ma non troppo; rimane comunque da festeggiare con "botti e bollicine" il nuovo anno, ma bisogna anche chiudere questo.

Ciao Johakim buon tutto di quello che rimane e per quello che sarà,ahahah.

eros.né dio,né demone,né umano

johakim ha detto...

@Buon tutto anche a te Eros!

Un augurio non è mai "fuori tempo massimo"!

Joh

Uriel ha detto...

Si, quel Natale dell'infanzia è scritto nelle nostre cellule, nel sistema nervoso autonomo e, a onta di ogni senso critico, ci fa carichi di aspettative in questi giorni. Si scioglierebbe in depressione se non fossimo in grado di riconoscere negli occhi e nell'espressione dei nuovi bimbi la stessa ansia, la stessa gioia stupefatta che ci animò un tempo, quando eravamo come loro, e solo proiettando su di essi il nostro sentire possiamo ritrovare integra quella felicità.
Ti auguro un 2011 ricco di gratificazioni e di serenità.
Uriel

johakim ha detto...

@Uriel
... hai "sentito" esattamente quello sento io.

Grazie del commento ed un nuovo anno felice.
Joh

keypaxx ha detto...

Un augurio per un sereno e felice 2011 pieno di tante belle cose!
^_______^

keypaxx ha detto...

Un sorriso per la prima settimana dell'anno.
^________^

keypaxx ha detto...

Che sia una serena continuazione di 2011, un sorriso ben augurante.
^_____^

Libby ha detto...

Ti ho segbalato per il Sunshine Award.
http://libby-thesecretgarden.blogspot.com/2011/01/sunshine.html
Bunon anno, Joh, e grazie.

keypaxx ha detto...

In attesa delle tue nuove parole ti lascio un sorriso per l'inizio della nuova settimana.
^_______^

keypaxx ha detto...

Felice nuovo fine settimana. Spero che questo 2011 stia andando avanti nel migliore dei modi. Nebbie a parte, che paiono ansiose di mostrarsi.
Un sorriso per un sereno fine settimana.
^______^

keypaxx ha detto...

Buona nuova settimana.
Un sorriso per te.
^______^

keypaxx ha detto...

Un sorriso per un sereno fine settimana.
^_______^