mercoledì 13 marzo 2013

Morire come topi



Morire come topi
(clicca per vedere l'articolo)







Non sempre chi uccide è quello che ha spinto il coltello fino in fondo al tuo cuore.
A volte ad uccidere sono le parole.
Quelle scritte nei testi di Dio, quelle che tua madre e tuo padre ti hanno stampato sul tuo corpo fin dal tuo primo giorno di vita.
E tu sai che non hai scelta, piccolo fiore. Tu sai che dovrai onorare tua sorella, tua madre, tuo padre e tutte le generazioni che stanno sopra di loro.
Non hai scampo, piccola anima. Sai che dovrai essere moglie di un uomo qualsiasi. Forse anche ben rispettato, ma pur sempre lontano dall'essere il principe che un giorno, nell'ombra di un portico, t'aveva teso la mano.
Non hai futuro, piccola Venere. Indossa la maschera che ti viene assegnata. Chiudi il sorriso alla luce del sole e sii schiava. Ricaccia i pensieri in fondo alla gola. Impedisci alla mente di provare qualcosa mentre sogni di sentirti le labbra baciare.
Non hai speranza, piccola donna. Tu non sapevi che saresti considerata indegna di camminare per strada, che la tua pelle di pesca sarebbe stata oltraggiata da chi si credeva padrone e che il latte del seno che ti aveva cresciuta sarebbe diventato veleno.
Ed ecco che l'unico modo per uscire senza più veli, per non dover cedere l'anima ed il corpo ad un uomo che tu non hai il disgusto di amare, è quello di cessare di vivere. Tu, che non hai ancora compiuto vent'anni, tu piccolo essere che sei nata nel posto sbagliato, tu hai avuto il coraggio di mettere fine alla tua giovane vita. Nel peggiore dei modi, soffrendo, sentendo il tuo corpo dividersi in pezzi e bruciare assieme al veleno.
Due vite vissute in uno spazio di tempo brevissimo, che finiscono in una pozza di sangue.
Uccise dallo stesso veleno per topi, l'una fra le braccia di un padre che forse avrebbe capito, l'altra nel buio del tempio, con addosso il macigno di un senso di una colpa che non esisteva.
Due donne, ancora bambine, ancora una volta uccise per mano di un destino già scritto.

Facciamoci onore oh donne! Facciamo che il destino di queste fanciulle possa ancora cambiare. Uniamoci contro il potere malato che vuole farci tacere ma soprattutto insegniamo ai nostri bambini il rispetto dell'altro!
Facciamo capire a chi sta crescendo che c'è chi ha il coraggio di uccidersi per poter essere libero! Che esiste una parte di mondo che non legge, non scrive e non è destinato ad amare nessuno! Che c'è chi non potrà scegliere cosa mettersi il giorno del suo matrimonio ma dovrà chiudere gli occhi a qualcuno che potrà solo farle del male! Che in una terra nemmeno tanto lontana, c'è chi non ha il diritto di provare piacere nè su se stessa nè tanto meno assieme all'uomo che ama! Che esistono donne la cui vita è stata negata, spezzata, offesa e tagliata. Chi spiegherà a quei bimbi che ancora devono crescere che esiste una legge divina che può negare la vita a chiunque abbia un nome di donna!
Insegnate ai bambini l'amore, l'uguaglianza e il rispetto. Fatelo in fretta, vi prego! Insegnategli a piangere per qualcosa di serio!
Ora, guarda per un istante in alto nel cielo: due giovani anime stanno volando sopra di te.

24 commenti:

Lux ha detto...

Non so quando finiranno queste follie legate alle religioni. C'è bisogno di una profonda rivoluzione, prima che altre innocenti perdano la vita.

johakim ha detto...

Lux
sai amica mia che questo post... o meglio questa notizia è passata inosservata quasi a tutti?
Questo è davvero terribile se ci pensi: vuol dire che ormai questo genere di accadimenti non smuovono che poche reazioni.
Un grande abbraccio
Joh

soloenne ha detto...

ho letto il tuo post mercoledì

mi ha accompagnato in questi giorni
insieme ad una cappa nera
...nerissima

il tuo post
invita ai commenti
ma non ho parole con senso da lasciare...

johakim ha detto...

Nio
mi sembra di scrivere sempre le stesse cose... sempre sugli stessi argomenti che mi segnano, mi feriscono profondamente. Sono figli nostri... tutti.

Un grande abbraccio
Joh

Sciarada ha detto...

Ciao Joh, il tuo testo per paradosso è bello nella straziante realtà che racconta, va dritto a segno, spappola il cuore e lo stomaco nell'incapacità che abbiamo di agire in modo concreto su queste barbarie inumane che come dice Soloenne, lasciano una cappa nera di rabbia , amarezza e impotenza che dentro fa male anche quando nel quotidiano si sorride.
Per quel che può servire metto il link nel mio blog

johakim ha detto...

Sciarada,
grazie.... davvero!

Joh

sergio celle ha detto...

...è sconfortante leggere ogni giorno di anime innocenti che per una guerra di potere, o di religione, muoiono senza colpe, come apprendere che per costumi e usanze e false dottrine, che offendono l'intelligenza e il buon senso, debbano morire per suicidio, anime che in fondo erano già state uccise dalla mera stupidità dell'uomo...a volte vorrei non essere nato...ciao Joh...

johakim ha detto...

Sergio
fa male sentire quanti ancora siamo lontani dall'essere "tutti uguali" ma ancora di più fa male sapere che anche in civiltà come la nostra si stia arrivando addirittura al paradosso: bambine già adulte a dieci anni e bambini che non hanno rispetto. Dobbiamo educare i nostri figli per cambiare il corso della storia.
Grazie del passaggio
Joh

il monticiano ha detto...

Ho letto da qualche parte ma non ricordo dove, questa abominevole notizia però se la sono sbrigata con pochissime parole non come hai fatto giustamente tu.
Grazie amico,
aldo

Tiziano ha detto...

Ciao Sciarada sembra quasi impossibile che all'inizio del terzo millennio
esistano ancora nel mondo queste cose sono cose inaudite e crudeli
ci vuole proprio una rivoluzione sociale contro queste leggi ultra millenarie
buona serena domenica.

johakim ha detto...

Aldo,
ben trovato innanzi tutto.
Sopra il titolo trovi il link del corriere se vuoi leggere la notizia.

Solo... io casomai sono tua "amica"! :o)

johakim ha detto...

Tiziano,
io non sono Sciarada! Sono Johakim! :o))

si è sconcertante che ancora accadano queste cose.
Grazie del passaggio!
Joh

Tiziano ha detto...

Ciao Joh scusa per il madornale errore grazie per la tua gentile visita, ho messo il tuo linck nel blogrol così non sbaglio più
ciao buona serata.

PS volevo iscrivermi fra i tuoi lettori ma non ho trovato il luogo per farlo.

johakim ha detto...

Tiziano
non esiste purtroppo più il link di Blogger per i Followers, lo hanno tolto dall'inizio dell'anno.
Esiste solo la possibilità di aggiungere il feed su google+... ma a me non piace!


Joh

keypaxx ha detto...

L'educazione è la base di ogni civiltà. Si potrebbe pensare che stiamo vivendo in una grande civiltà, considerando il progresso imperante. Eppure così non è. La barbarie è tanta, non è mai sparita veramente. Ma non è nemmeno aumentata; fa parte dell'eredità dell'uomo. Un tempo erano le guerre a far clamore, oggi è sufficiente il quotidiano.
Un sorriso per la nuova settimana.
^___^

keiko ha detto...

Avevo appena letto la notizia, quando ho trovato il tuo post.
Non avevo parole per commentare, come non ne ho ora.
Posso però far sentire la mia partecipazione.
Grazie Joh

johakim ha detto...

Keiko
Sono davvero sconcertata quando leggo di queste cose ma il mio sconcerto più grande è sapere che per una notizia come questa che appare sui giornali ce ne sono 1000 che non si sanno.
Tristezza...
Un abbraccio
Joh

maria antonietta Sechi ha detto...

salve
avevo già sentito la notizia, però leggerla mi ha rimosso l'anima.
grazie

johakim ha detto...

Maria Antonietta
Grazie del passaggio e grazie delle tue parole... inaspettate.
Joh

Enrico zio ha detto...

Tristezza rabbia dolore lancinante sono le sensazioni che provo. A cosa servono le parole?
Buona giornata
enrico

johakim ha detto...

Enrico
Hai ragione... bisognerebbe stare in silenzio ma agire, ognuno nel suo piccolo, in modo da creare una grande onda!
Joh

Daoist ha detto...

Come sempre, col tuo stile di srotolare vicende di vita quotidiana,pubblichi un post, per tanti versi, toccante e di ribellione.

Che dire, toccante, educativo; soprattutto da intimizzare per il forte messaggio, che vuole rompere con le cose, coi fatti e certa cultura rozza e di una cultura pseudo religiosa.

Mi scuserai per il ritardo nel venire a leggerTi...impegni vari.

Buona domenica joh, alla prossima.

johakim ha detto...

Daoist
Amico caro. Sei sempre il benvenuto con le tue parole quando e come vuoi!
Vorrei che le persone facessero poco, davvero quel tanto che basta, magari un piccolissimo gesto d'amore. Tutti i giorni. Questo, sono certa, basterebbe a far del bene a tutti.

Grazie, come sempre della tua amicizia
Joh

Sciarada ha detto...

Ciao Joh, del premio già lo sai quindi ti auguro semplicemente una lieta Domenica delle Palme, inoltre ti ringrazio per ciò che mi hai detto, io penso esattamente le stesse cose di te!