domenica 27 settembre 2009

i giorni di festa




Parlatemi, fatemi ridere, portatemi in giro, raccontatemi cose.
Sento il peso dei giorni di festa, quando non si trova nulla da fare e te ne stai seduta sul divano a guardare le foglie degli alberi ingiallire. Il mondo fuori corre.
Non è solitudine, è voglia di fare qualcosa.
I fogli da disegno non sono qui ed io ho bisogno di colorarmi la vita.
Ho anche pianto un pochino, con discrezione. Quando parlo del dolore provocato dai figli non mi so trattenere. Imparerò ad esser più forte.
Fantastico, pensando alle persone che mi stanno vicine. Penso alle loro domeniche, a queste ultime giornate di sole, alle feste in campagna, alle consuetudini di chi resta in famiglia. Famiglia... una parola che riesce a commuovermi ancora.
Non mi dite che non siete felici, oppure ditelo ma datemi il modo di poter controbattere. Io non ho argomenti da sostenere in questo momento perchè non posso portare un esempio di vita vissuta in comune... ne sento solo il bisogno.

Ma ho anche bisogno di fare le cose che amo senza rendere conto a nessuno. Esco, alle ore più strane del giorno e nessuno mi chiede che faccio. Bello? Non so... dipende dai giorni. Oggi vorrei qualcuno che mi legasse ad un letto e mi facesse restare in prigione con le mani legate. Voglio essere di qualcuno, non solo di me.
Mi metterei all'asta, potessi farlo. A far da banditore qualcuno che conosca il mio animo, qualcuno che possa mostrare i miei pregi. Attirar l'attenzione su di un oggetto prezioso, perchè tale mi sento.

E' solo questione di domeniche vuote.
So che mi aspettano giorni di risa e serate di festa. Non ho pazienza, e nemmeno tanta voglia di pensare che per qualcuno io sono importante... lo so, ne sono al corrente e lo sento.
Ma odio le feste passate a guardare le foglie cadere. Io sono dinamica, mi muovo, mi giro, osservo le cose.
Speriamo che la sera mi illumini il volto e mi faccia sorridere... magari qualcuno gira la chiave della mia porta e mi invita a ballare.

7 commenti:

morgana ha detto...

Spero che la tua serata sia illuminata di sorrisi e fogli da colorare.

Altrimenti a ballare ti ci porto io :)

piesse: non avevo letto il post quando ti ho invitata!!!

Johakim ha detto...

Grazie! ... forse la domenica cambia colore :o)

keypaxx ha detto...

Le giornate nascono così. Dipende appunto dai giorni...
Un sorriso per la nuova settimana.
^_______^

il Cosmopolita ha detto...

Sento il peso infinito di quei giorni vuoti ed inutili e a domandarmi perchè il destino, guardi sempre da un'altra parte.
Passerà.

Johakim ha detto...

si.. passa perchè i giorni fortunatamente ed il nostro umore cambia e si modifica.....
Ti abbraccio
Ste

keypaxx ha detto...

Un sorriso per un solare e colorato fine settimana.
^_________^

Sergio Dellestelle ha detto...

..bellissima la metafora dell'asta e del banditore, che da fine conoscitore del Bello, mai venderebbe tanta preziosità, se non acquistandola per sé...notte taciturna...