giovedì 26 novembre 2009

DIALOGHI NEL BUIO


"Parlami..."
"Non mi piace sentire la mia voce, lo sai"
"Dovresti far uscire le parole, quelle giuste e quelle che ti sembrano sbagliate. Devi parlare, devi poter liberare la voce e con la voce liberare i pensieri"
"Lo faccio. Vedi? Lo sto facendo. A volte ci riesco meglio... a volte i pensieri sono troppi e si accavallano senza capo ne coda nella mente"
"Non devi pensare. Devi solo far uscire la voce e dire quello che senti"
"Lo so. Lasciami il tempo.... non sono  abituata a parlare a qualcuno che mi ascolta"
"Liberati, lo devi a te stessa. Parlare, fa bene. Cosa può accaderti di male?"
"Mi spaventano i desideri... le reazioni di chi mi ascolta... ho paura di dire troppo o dire troppo poco. Posso solo pensare?"
"No. Non basta pensare. I desideri spesso non arrivano a chi ti sta di fronte. Si possono intuire... ma non è come sentire le parole che ti escono dal cuore"
"Hai ragione. A volte la mia voce sembra ridicola, stridono le lettere sulle labbra come se si volessero  frenare o cercassero di tornare indietro. Hai ragione però... tornano indietro ma sono sempre parte di me. Tirarle fuori è solo voler condividere questa immagine con qualcuno"
"Se non parli ti caccio fuori!"
"Siamo alle minacce?.... Dammi tempo.... se fai così mi viene da ridere! Ma si!... Rido! E' la cosa migliore.... sdrammatizzo e prendo tempo! Posso intanto dire parole a casaccio? Chessò: come si fa con i test psicologici! Io dico delle parole e tu dai loro un significato!"
"Guarda che ti caccio davvero!"
"Va bene, lasciami pensare. Anzi, lascia che i pensieri si accalchino ed escano. Non ti spaventare se ti sembreranno incoerenti. Sono parole appena nate. Bisogna capirne il  significato come si fa con le prime parole dei bambini."
"Sto aspettando... lascia andare i pensieri ... riempi la stanza con le parole, liberati dei suoni, parla, sogna, desidera, urla, dì tutto quello che vuoi.."
"Ma non sarà troppo?.. Ohh... scusa! Hai ragione.. dai, abbi pazienza! Ora mi  sento pronta... in fondo lo sono sempre stata... è che nessuno m'ha mai obbligata in questa maniera. Ma sai una cosa? Mi piace! Questo obbligo mi fa sentire ... che ci sono, che mi ascolti... che vuoi ascoltarmi davvero."
"Parlare, dire le cose senza che il pensiero le blocchi o le modifichi nel tragitto che va dalla mente alla bocca è importante. E' in queste parole che il cuore si fa sentire, che il nostro essere lascia il suo segno, che la nostra anima si libera dei pesi lasciandosi libera in volo"
"Credo di capire cosa vuoi dire. Posso guardarti negli occhi mentre ti parlo?"
"Non aspetto altro che leggerti dentro...."
"Sai, volevo dirti che:
..................................................................................................................................................................
..................................................................................................................................................................
..................................................................................................................................................................
..................................................................................................................................................................
..................................................................................................................................................................
..................................................................................................................................................................
..................................................................................................................................................................
.................................................................................................................................................................."
"Anch'io..."

3 commenti:

keypaxx ha detto...

Dicono che parlare aiuta. In realtà non aiuta, nel senso profondo del termine, ma stimola soltanto qualcosa di più vero a uscire.
Un sorriso per un sereno fine settimana.
^__________^

Johakim ha detto...

Parlare aiuta a conoscere più intimamente sè stessi ed a stupirsi di quello che si è.
Un abbraccio Key.

Sergio Dellestelle ha detto...

..sono d'accordo con te Joh, la vita è un percorso tra infiniti rumori e melodie, un percorso scosso da mille e mille parole e pensieri, e anche quando regna il silenzio assoluto, qualcuno parla e ascolta, e tutto, mentre il percorso cresce e si eleva, la vita si riduce e degrada...un caro saluto..