mercoledì 11 novembre 2009

Essere donna


Nervosismo, tensione, timore di tutto, precarietà, ansia.
L'animo che a picchi alternanti si veste di gioia e tristezza. 
Basta poco e piango... insopportabile, soprattutto per me.
Ormoni.
Cosa ci fanno ancora in giro nelle mie vene? Li avevo lasciati da tempo, impacchettati in sacchetti scaduti, inutilizzabili come carta da macero.
Sono tornati senza neppure un invito, così.... come una tassa sul mio essere donna.
Sgraditi, inattesi ospiti ad una festa privata. Auto-invitati.
Ed eccomi riavvolta dal solito diabolico vortice di strazi mentali, altalena in moto perpetuo, su e giù di pensieri sconnessi.
Ho fatto un dipinto profetico... chi lo avrebbe mai detto? Ho usato i colori del cielo ed il rosso del sangue.  Intanto le cellule si stavan prendendo gioco di me... beffarde.
Rieccomi ferma sulla strada che credevo maestra. Casellanti sopiti sugli scarti di vecchi passaggi a livello a sbarrare la via, ed io ferma in attesa di un treno invisibile. L'arrivo, ad un passo da me, si nasconde in una nebbia fittissima.
La carta che ho fra le mani mi brucia. I vasi rigurgitano acqua fangosa, ed io torno a pescare nel torbido del mio essere fragile. Signora della Temperanza assistimi in questa giornata di vuoto.
Trattengo il respiro e nuoto sott'acqua verso un punto di luce che c'è, e che mi aspetta sereno.
Ormoni.... domani mi passa.

3 commenti:

keypaxx ha detto...

La donna è un insieme di stati d'animo che, se non si manifestassero, renderebbero più monotona e grigia la vita dell'uomo.
Un sorriso per un sereno fine settimana.
^_________^

Johakim ha detto...

Il tuo commento, se me lo consenti, lo trasmetterei ad una ventina di mie amiche! :o))

Grazie
Ste

Sergio Dellestelle ha detto...

...cara Joh, diffida sempre di coloro che non piangono per un non nulla;...Fato destinò che io nascessi uomo, quando Dio incarnò il suo sorriso in una donna: non mi sarebbe dispiaciuto avere i tuoi ormoni..:-)