mercoledì 13 ottobre 2010

Basta poco... ma è moltissimo




Le scatole in un angolo, la polvere depositata sui vecchi libri e dentro le pagine, proprio all'inizio, il marchio con la stella, il ricordo di chi non c'è più.
Lui usava timbrare tutti i suoi libri, con le sue iniziali. Non li imprestava facilmente ma quando lo faceva, voleva essere sicuro che gli ritornassero indietro e che quindi fossero riconoscibili.
Li ho messi via tutti , aprendoli ad uno ad uno (per fortuna la libreria è piccolina...). Dentro ho trovato, come al solito, cartoline e foglietti con dei piccoli appunti, foto e commenti scritti a matita. Mai come nei libri la memoria di mio padre resta viva...
E poi i piatti di legno d'ulivo, la raccolta dei coltellini svizzeri marchiati a fuoco col pirografo da lui e dai suoi nipotini. Alcuni piatti della bisnonna, le pentole di coccio e le lenzuola ancora nuove perché in montagna, chissà perché, si usavano da anni sempre le stesse, quelle a righine, quelle calde.
Ho imballato tutto quello che era necessario portar via, velocemente, per non fissare il pensiero su quello che stava rappresentando quel gesto.
Fuori la nebbiolina fredda avvolgeva le case, l'erba e gli abeti ma il mio cuore prima di tutti.
Ho chiuso il capitolo. Ho chiuso la porta ed ho portato via i ricordi e l'anima.

Tornando però ho sentito bisbigliare qualcosa all'orecchio. Come un fruscio sommesso di parole, e queste parole m'hanno guidata.
Non credo nel destino ma in questo periodo tutto quello che sta accadendo sembra abbia una sua precisa ragione di esistere. Non credo negli angeli ma credo nella forza interiore della nostra volontà e del nostro essere aperti e positivi alla luce. In questa luce io ho sentito il mio nome, sussurrato dapprima e poi inciso a chiare lettere, marchiato a fuoco. E dove c'era una lacrima è cresciuto un giardino fiorito e dove c'era sconforto è cresciuta la volontà... e che gioia vederla crescere, muovere i primi passi ed ora correre incontro al vento!
Ed in questo cesto di parole è arrivata come un regalo. Ha aperto la sua bianca porta al mio passaggio, ha lasciato entrare il mio viso raggiante, mi ha guardata e m'ha invitata ad entrare.
"Sono tua", le ho detto... "prendimi!"

Ecco, quello che ho tanto sognato è diventato realtà. Non per quello che è nel suo essere "vera", ma per il significato che ha rispetto al mio essere "nuova".
E' un regalo: sofferto, strappato, implorato.
Non è il cemento, non sono i mattoni né il tetto, non sono le porte dipinte di bianco e nemmeno la finestra sul cielo. E' il mio essere forte e decisa, il mio aprire la mente ad orizzonti diversi, l'aver imparato a parlare, l'aver accolto i consigli con gioia, il voler condividere senza egoismo, l'aver imparato il perdono.
Amici... questa è ... casa nuova.

25 commenti:

taoista ha detto...

Domanda: Hai avuto modo di leggere la Bhagavad Gita ?
In relazione ad una parte importante del tuo post ( capirai da sola perché...)eccoti dal testo sacro sopra citato due versetti del canto IV° - La disciplina della conoscenza - Vuol essere anche un dono agli insegnamenti che hai ricevuto.

Il Signore Beato disse:

37) Come il fuoco divampante riduce la legna in cenere, o Arjuna (personaggio chiave del racconto), allo stesso modo il fuoco della conoscenza riduce in cenere qualsiasi azione.
38) Niente in questo modo purifica come la conoscenza, e l'uomo perfezionatosi nella disciplina col tempo la troverà in se stesso.
42) Di conseguenza con la spada della conoscenza recidi questo dubbio, che nel cuore si annida, suscitato dall'ignoranza, esercita la disciplina, e alzati, discendente di Bhaarata.

Ecco, non aggiungo altro...forse ti stimolerà alla lettura completa del "testo" e ne sono certo, ne trarrai un enorme beneficio a 360 gradi.

Agart ha detto...

buon soggiorno in questo spazio temporaneo, conserva bene il passato nel tuo futuro...

johakim ha detto...

@Taoista

Grazie per il tuo prezioso regalo che ho letto con attenzione.
I versi che hai citato rispecchiano il cammino che sto compiendo in questa vita. Le braci del mio destino ardono e da quelle ceneri può solo nascere vita nuova. La conoscenza del mio essere "vera" attraverso la consapevolezza e la pratica mi sta portando doni meravigliosi. Il primo di questi è "Amare" per ricevere "Amore" e dove l'Amore è in ogni cosa che trovo.

Un abbraccio
Joh

johakim ha detto...

@Agart
Benvenuto e grazie delle parole.
Io sono oggi il prodotto del mio passato ed il germoglio per il mio futuro... ma è oggi che Sono ed è su questo che devo la mia vita.

Un abbraccio
Joh

keypaxx ha detto...

Le case serbano di noi i ricordi, li imprimono dentro le loro stesse mura. Rammento quando, ancora ragazzino, abbracciai le mura della mia casa natale in un ultimo e intimo saluto. Però occorre anche iniziare nuove relazioni con altri luoghi, gli stessi che raccoglieranno le nostre essenze.
Un sorriso per un sereno fine settimana.
^_________^

Uriel ha detto...

Buon cammino, che il Cielo ti assista e ti doni conforto. Da parte mia un sorriso :)

Only Me ha detto...

sempre bellissimi i tuoi post...
i tuoi pensieri...
e bella la tua casa.
:)

johakim ha detto...

@Uriel

grazie dell'augurio... sempre ben accolto
Joh

johakim ha detto...

@Only Me

Grazie!!!... Grazie!!
Joh

PEPE ha detto...

La "nuova casa" avrà il tuo nuovo sorriso, ne sono certa!
Il mio sorriso invece oggi è tutto per te!

keypaxx ha detto...

Un sorriso per una solare nuova settimana.
^_______^

il Cosmopolita ha detto...

Dalle ceneri la nuova Araba Fenice rinascerà.
Lasciandosi dietro ricordi e creandone di nuovi.

Benvenuta nel Nuovo Mondo...

soloenne ha detto...

...nulla capita per caso

la casa che racchiude tutte le esistenti
alberga dentro di noi

...è stano che
a quanche giorno di distanza da te
anch'io ho trovato casa :)

johakim ha detto...

@Pepe
Grazie del sorriso! Grazie davvero!
Joh

johakim ha detto...

@Cosmopolita

Quanta strada fatta assieme vero?
E quante cose sono cambiate!!
SOno felice di aver "ricevuto" sempre i tuoi pensieri.
Grazie di cuore!
Joh

johakim ha detto...

@Soloenne

Si è strano ma sono certa che chi mi ha accompagnata per tutto questo tempo, anche solo sul Web... ha in qualche maniera un filo che lega una parte di destino in comune con me!
Un abbraccio grande
Joh

eros ha detto...

guardando in giro tra le tue cose virtuali che ti scopro? Sei una scrittrice: complimenti!

Ma non gestisci solo questo blog...dal tuo profilo ho visto anche l'esistenza di un altro blog, e dalla lettura é più un momento di raccolta personale: tutto OK. Torniamo a questo blogcon calma lo esplorerò e mi farò un'idea precisa di Johakim...va bene così? Ah, se vado oltre non farti problemi a dirmelo: sai com'é???

Allora come primo approccio a Te, mi pare di capire da ciò che scrivi che ti apri al nuovo...della tua vita, intendo ma non so quanto...

Mi é piaciuto quando scrivi...

"Ecco, quello che ho tanto sognato è diventato realtà. Non per quello che è nel suo essere "vera", ma per il significato che ha rispetto al mio essere "nuova".
E' un regalo: sofferto, strappato, implorato..."
Bene così. Atenderò di leggere il prosiego di questa consapevolezza.

eros né un dio,né un demone, né un umano...

keypaxx ha detto...

Ti auguro un solare fine settimana pieno di sole, un sorriso.
^________^

johakim ha detto...

Ben arrivato Eros.
I "volti" di Johakim sono molti, sebbene tutti facciano parte di una unica "me". Johakim, senza Tubalcain e senza Stefania non potrebbero vivere.

Grazie del tuo passaggio.
Joh

keypaxx ha detto...

Inizia con la pioggia, ma ti auguro che possa comunque essere una settimana piena di serenità.
Un sorriso ben augurante.
^________^

eros ha detto...

Nel mondo di Johakim...un mondo di profumi,aromi e colori; é ciò che si percepisce entrandovi.
Tutta l'esistenza é fatta di tempo, anzi di tempi o mondi:
passato,presente e futuro; ma non sono come di solito si ritiene...situati a distanze irraggiungibili: Il cosidetto passato é sulla cima del cuore; il presente é la sommità del pugno; e il futuro é dietro il cervello.

Ogni tempo é nel nostro corpo-mente

keypaxx ha detto...

Ti lascio un sorriso per un fine settimana sereno e rilassante.
^________^

il principiante ha detto...

Buon fine settimana Johakim.

Penso che ricordare sia importante, soprattutto quando i ricordi ci riportano alle persone che sono le nostre radici; e parimenti é per le cose.
Se poi tutto questo ci aiuta comprendere ciò che sta cambiando intorno a noi allore, penso che questi momenti vanno vissuti in totale consapevole gioia.

keypaxx ha detto...

Un sorriso per un sereno ponte e per un felice inizio di nuova settimana.
^________^

eros ha detto...

ho riaperto il blog.

Se ti incuriosisce l'idea, passa guarda e agisci come ti aggrada.

eros