martedì 15 luglio 2008

IL GIORNO PERFETTO



Doveva succedere oggi. Non ieri né domani. Oggi è la giornata perfetta. E’ tanto che ci penso ma…. come si fa a stabilire quale sia il giorno giusto? Quale sia il momento esatto? “Oggi piove, meglio di no”; “Oggi è troppo caldo, aspettiamo domani”;  “Oggi no, ho troppo da fare”. Hai fatto di tutto cercare di convincerti che ci sarebbe stato un giorno  giusto per prendere questa decisione ma più passa il tempo e più ti senti colpevole, bieca artefice di un delitto, boia dei tempi moderni. Oggi ti tolgo la vita.
Come si fa a decidere che oggi è la giornata perfetta? Mi stai aspettando, come tutti i pomeriggi. Ma oggi è un pò più presto del solito anche per riempirti di cibo. Non c’è più tempo. Come Giuda ti rendo l’ultima carezza. FALSA! IPOCRITA! ASSASSINA!
Corro per non vedere e lascio la tua vita nelle mani di un’altro: lui lama ed io manico di questo pugnale. La casa ora è priva di ogni segno della tua presenza, nemmeno un batuffolo a rotolare nella stanza sospinto dalla corrente. Riuscirai mai a perdonarmi? Toglimi per favore questo rimorso dalla coscienza, ho spalle troppo deboli per sostenerne il peso. Sarai li ad aspettarmi con gioia quando verrò a correre con te di nuovo o mi volterai le spalle per scappare lontano?
Torna a stringerti a me, almeno la notte e sussurrami che mi vuoi bene.

5 commenti:

Shai Hulud ha detto...

...No, non assassina, piuttosto Madre amorevole. No, non ipocrita, bensì duramente, lucidamente, dolorosamente consapevole del da farsi. Se ho ben compreso il dolore che racconti, allora guarda e dimmi: quanto coraggio e quanto Amore occorre, per riconoscere l'approssimarsi dell'ultima ora di chi amiamo e non cedere alla tentazione egoista di tenerlo con noi a tutti i costi?
Asciuga le tue lacrime.
Nel tempo della sua vita ha imparato moltissimo da te, e te ne accorgerai quando vi incontrerete di nuovo.
Un saluto

johakim ha detto...

Grazie delle tue parole. So bene che lasciare andare è sinonimo di Amore ed io piano piano mi sto convincendo di questo. Quando ci reincontreremo spero mi possa riconoscere e venirmi incontro.

Gli occhi e la voce dell' antico Drago ha detto...

mi piace come esponi i tuoi sentimenti, privi del linguggio barocco che spesso si usa nel web, FALSO, e sono pochini coloro che ne hanno la capacità di farlo. Non so a cosa e chi ti riferisci...ma penso che di ogni situazione, di ogni evento sia sempre opportuno farsene una ragione e le colpe se giuste o sbagliate...poco importa, le giornate scorrono e non fanno preferenze.

johakim ha detto...

Eros

Ti sembrerà strano ma so che ami gli animali almeno quanto li amo io. Era il mio "amico peloso", era malato ed ho dovuto "decidere" il giorno....
Tre volte nella vita con i miei amici animali, tre volte ho dovuto scegliere per il loro bene perchè soffrivano.
Per il loro bene.... ma l'angoscia di aver tolto la vota resta e resterà sempre nel mio cuore.

Joh

sergio celle ha detto...

..anch'io come te amo gli animali, ho tre cani e due gatti, e presto dovrò perdere il più vecchio dei tre. Sarà un dolore certo. Mi rifugio nelle leggi della natura, nelle tante dualità per una sola armonia: come l'inizio per la fine, il dolore per la gioia...ciao Joh...a presto..